World Wide Web Day: 10 fatti e statistiche interessanti da sapere

Il 1° agosto si festeggia il World Wide Web Day. Sapevi che quando fu inventato da Tim Berners-Lee nel 1989, l’intero World Wide Web era un solo computer? Dovevano trovargli una sistemazione, quindi, per un po’ di tempo, rimase nel suo NeXTcube di NeXT, l’azienda fondata da Steve Jobs dopo essere stato spodestato da Apple.

Questo è ovviamente solo un esempio della strana storia di Internet. Ci sono altri nove fatti e statistiche interessanti che potresti non conoscere.

Cos’è il World Wide Web?

La maggior parte delle persone tende a pensare che il Web e Internet siano sinonimi. Sebbene siano correlati, in realtà non sono la stessa cosa. Il World Wide Web è la raccolta mondiale di pagine di testo, fotografie digitali, file musicali, video e animazioni, che gli utenti possono consultare su Internet, una vasta infrastruttura di rete che connette milioni di computer in tutto il mondo.

Quante persone usano Internet?

Secondo statista.com, a luglio 2020, circa 4,57 miliardi di persone, pari al 59% della popolazione mondiale, sono utenti attivi su Internet. Il tasso di penetrazione online globale è del 59%, con l’Europa settentrionale al primo posto, con un tasso del 95% della popolazione.

Google acquistò il dominio Gmail da Garfield

Gmail continua a essere la piattaforma email più popolare, con oltre 1,8 miliardi di utenti nel mondo. Ma sapevi che Google acquistò il dominio Gmail da Garfield, il gatto del cartone, che una volta offriva un servizio email gratuito su Gmail.com?

Quanti contenuti video ci sono su YouTube?

Avresti mai pensato che su YouTube vengono caricate 300 ore di video al minuto e vengono visualizzati circa 5 miliardi di video al giorno?

Lo shopping online non fu disponibile immediatamente alla creazione del Web.

Fu solo nel 1992, quando il Congresso americano approvò lo Scientific Advanced Technology Act, che furono consentite le transazioni commerciali in rete. Era incluso tutto, dal pagamento del provider di servizi Internet all’acquisto di articoli in un marketplace online.

Qual è la grandezza reale di Internet?

Non basterebbe una vita intera per consumare una parte significativa dell’archivio Internet di 20 milioni di libri, 4,9 milioni di film, 5,1 milioni di registrazioni audio e 410.000 software, compresi i numerosissimi giochi classici, tutti disponibili gratuitamente. Ci sono inoltre 349 milioni di pagine Web archiviate nell’archivio Internet Wayback Machine, secondo un articolo di The Verge.

Siti Web più popolari

Google è il sito Web più conosciuto del mondo, seguito da Youtube in seconda posizione e Facebook in terza, secondo SimilarWeb.

Quando avvenne il primo attacco informatico?

Il primo attacco informatico fu di tipo Distributed Denial of Service (DDoS) e fu completamente accidentale. Nel 1988, Robert Tappan Morris voleva scoprire le dimensioni di Internet. Creò quindi un programma che avrebbe dovuto viaggiare nel Web, installarsi nei computer e contare le copie effettuate, per indicare il numero di computer collegati a Internet. Purtroppo, Morris creò un comando che forzava l’installazione del worm anche se il computer comunicava di essere già provvisto del programma. Con ciascuna installazione, i computer infetti si indebolivano fino a collassare. In totale, il worm danneggiò circa 6.000 computer (il 10% di tutti i dispositivi connessi a Internet all’epoca). Il costo stimato della riparazione delle conseguenze del worm era compreso tra 100.000 e 1 milione di USD o tra 201.000 e 2,9 milioni di USD adeguando le cifre all’inflazione.

Qual è il costo della disattenzione della sicurezza informatica?

Cybersecurity Ventures ha previsto che il crimine informatico costerà al mondo 6 trilioni di USD all’all’anno entro il 2021, dai 3 trilioni di USD nel 2015.

Questo articolo è disponibile anche in: FranceseSpagnoloPortoghese, Brasile

Content Manager
Former journalist. Storyteller at heart.