Un libro sulla sicurezza IT dell’hacker più famoso al mondo

In Avira ci impegniamo quotidianamente a perfezionare i nostri prodotti per offrirvi le soluzioni di sicurezza informatica migliori possibili per i vostri dispositivi e dati personali. Inoltre, qui sul blog cerchiamo di fornirvi informazioni utili per comprendere meglio il mondo digitale e le minacce informatiche. Tuttavia, ammettiamo di non avere tutte le risposte e, forse, avvertite l’esigenza di ascoltare una seconda opinione, direttamente dalla fonte.

Negli Stati Uniti d’America il 9 agosto si festeggia il Book Lovers Day. Perché non rendere questo giorno una ricorrenza internazionale? Per noi è l’occasione perfetta per consigliarvi il libro scritto dall’hacker più famoso al mondo che vi insegnerà come rimanere al sicuro nell’era del Grande Fratello e dei Big Data.

Kevin Mitnick, alias l’hacker più famoso al mondo e il più ricercato dall’FBI, ha scritto un libro, “The Art of Invisibility”, per ricordarci come i nostri dati grezzi, dall’indirizzo e-mail alle reti Wi-Fi domestiche, fino all’auto che possediamo, ci rendano vulnerabili. Chi meglio di un hacker può insegnarvi come proteggere i vostri dati da spear phishing e worm informatici?

Il libro “The Art of Invisibility” insegna a tutti, dagli utenti di Internet abituali a quelli più paranoici, a fare di più per proteggere la propria privacy. Questo libro deve certamente essere letto dai professionisti IT, ma non dovrebbe mancare neppure nelle biblioteche pubbliche, universitarie e aziendali.

“The Art of Invisibility” è un viaggio illuminante ed estremamente istruttivo nella mente di una persona che davvero padroneggia l’arte dell’ingegneria sociale basata sull’uso del computer e delle tecnologie moderne. Una volta compreso il meccanismo che si cela dietro un crimine, tutti possono imparare molte cose su come proteggersi. 

Ecco cosa pensa Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, del libro:

“Come vi sentireste se scopriste che un vostro vicino di casa, nonché amico, vi ha osservati per anni mentre eravate in casa? Il luogo che dovrebbe essere il più privato per voi, in realtà non lo è i dispositivi di cui l’intruso si è servito non sono esattamente ciò che avreste immaginato di cercare. Questo tipo di comportamento, in netto contrasto con i principi fondamentali della libertà e della sicurezza personale, della valorizzazione e del rispetto delle persone in quanto esseri umani, è sempre più frequente. La risposta agli sguardi indiscreti e ai furti informatici è quella di sensibilizzare la società verso una maggiore sicurezza informatica e tutto inizia educando le persone a essere riservate e invisibili nella vita quotidiana. Il libro di Kevin è una lettura obbligatoria in questo nuovo mondo”.

Potete acquistare il libro a meno di 12 euro qui.

Questo articolo è disponibile anche in: FranceseSpagnoloPortoghese, Brasile

Content Manager
Former journalist. Storyteller at heart.