Siti e app di incontri: come utilizzarli in sicurezza

Viviamo in un mondo sempre più digitale, nel quale la tecnologia sta trasformando gradualmente quasi tutto quello che ci circonda. In questo contesto le relazioni non fanno eccezione, visto che già da tempo possono nascere e svilupparsi online. Il passaggio dalla vita reale a quella virtuale ha portato dunque alla comparsa di una marea di siti e app di incontri che promettono di aiutare i cuori solitari a trovare l’anima gemella. Tempo fa questo scenario poteva ancora destare stupore o scetticismo, mentre ora è visto come un fatto del tutto normale. Le app e i siti di incontri online sono molto popolari e facili da usare, ma quanto sono sicuri per i loro utenti?

Visto il gran numero di alternative sul web, una guida completa per rafforzare la propria privacy e sicurezza mentre se ne fa uso sarebbe difficile da realizzare. Molti consigli riguardano innanzitutto le precauzioni da adottare online, proprio come per gli incontri reali; altri invece rimandano ad alcune conoscenze di sicurezza informatica.

Ecco 5 suggerimenti su come utilizzare le app e i siti di incontri in sicurezza:

  1. Scegliete una vetrina affidabile

Se siete alla ricerca di un’app o un sito di dating, avrete solo l’imbarazzo della scelta, ma provate a individuare la proposta più sicura. Cercate informazioni sul numero di utenti e leggete le recensioni, soprattutto quelle negative. I siti e le app di questo tipo di solito conservano nei loro database molte più informazioni sensibili rispetto ad altre categorie di servizi online. A volte per iscriversi bisogna indicare, oltre alla città di residenza e alla data di nascita, l’orientamento sessuale e informazioni specifiche sugli interessi o sullo stato civile.

Consiglio: evitate siti e app che permettono a chiunque di inviarvi messaggi. Utilizzate piattaforme che richiedono agli utenti di esprimere reciprocamente l’interesse prima di avviare una conversazione.

  1. Create un nuovo profilo ed evitate la sincronizzazione dei dati con i canali social che utilizzate

È consigliabile non registrarsi utilizzando un account dei social network: il nuovo profilo, infatti, potrebbe ereditare informazioni che non volete condividere. Anche se la piattaforma di dating è sicura e comunica soltanto il necessario, trovando i vostri profili di Facebook o Instagram i malintenzionati potrebbero avere accesso alla lista degli amici oppure ad altre informazioni che volete mantenere esclusivamente sui social media.

Per aumentare la privacy, prestate attenzione anche al nome del profilo ed eventualmente cambiatelo con un soprannome o nascondete il cognome. Da una semplice ricerca del vostro nome su Google, chiunque potrebbe scoprire informazioni che possono mettervi in pericolo.

Assicuratevi anche di utilizzare foto diverse da quelle dei social e che mostrino soltanto il necessario. Solo per fare un esempio: non c’è nulla di sbagliato nel far capire che lavoro si fa, ma potrebbe essere rischioso mostrare il nome dell’azienda in una foto.

Consiglio: per evitare che gli utenti risalgano ai vostri profili di Facebook e Instagram, costruite il nuovo profilo da zero e registratevi utilizzando il numero di telefono o un indirizzo email diverso.

  1. Verificate le impostazioni del profilo creato

Può essere noioso, ma è sempre utile leggere la politica sulla privacy dell’app o del sito in questione per non avere brutte sorprese in un secondo momento; l’informativa dovrebbe spiegare con chiarezza come verranno condivisi i vostri dati con gli altri utenti e terzi. Assicuratevi di capire come saranno utilizzate le vostre foto e, se possibile, impeditene la condivisione non autorizzata. Dopo aver creato l’account, verificate le informazioni visibili sul vostro profilo e cancellate quelle che non desiderate far conoscere.

Consiglio: i profili appena creati spesso sono visibili in modo automatico a tutti gli utenti, quindi possono essere rintracciati attraverso gli strumenti di ricerca. Per renderli privati, accedete alla sezione privacy nelle impostazioni.

  1. Utilizzate la chat interna dell’app o del sito

Spesso le chat messe a disposizione da queste piattaforme non hanno tutte le funzionalità che ritroviamo sui social, ma sono comunque un metodo sicuro per proteggere la privacy e l’identità. Inoltre, molte dispongono di un moderatore e permettono di segnalare o bloccare subito, senza compromettere la vostra identità, qualsiasi cosa o persona che possa sembrarvi offensiva.

Consiglio: spesso i truffatori si spacciano per membri attivi e cercano di convincere le vittime a fare clic su link pericolosi che possono danneggiare i vostri dispositivi, scaricare malware o, peggio ancora, compromettere il conto bancario. Non aprite link ricevuti da persone con cui non avete parlato a sufficienza da fidarvi.

Leggete anche: Come sapere se siete vittime di furti o usi impropri di dati?

  1. Accorgimenti per il primo incontro con una persona conosciuta online

Se state pensando di incontrare dal vivo una persona conosciuta online, continuate a essere prudenti. Verificate la foto del suo profilo utilizzando la ricerca inversa delle immagini disponibile su Google. I malintenzionati possono farsi passare per chiunque su Internet e utilizzano le foto rubate dai blog o da altri profili per trarre in inganno le potenziali vittime. Scegliete di trovarvi in un luogo pubblico e comunicate a un amico i dettagli dell’appuntamento: il nome dell’altra persona, il punto d’incontro e quanto tempo pensate di trascorrere lì.

Consiglio: non sentitevi in colpa per dare più importanza alla vostra sicurezza, anche se significa fare qualcosa che potrebbe sembrare scortese. Concludete quindi tranquillamente l’incontro in qualsiasi momento se non vi sentite al sicuro o a vostro agio.

 

Le app e i siti di incontri offrono un metodo moderno, facile e pratico per conoscere nuove persone. Tuttavia, interagire con estranei senza prendere delle misure di sicurezza minime può essere rischioso. Mettetevi al riparo da qualsiasi tipo di minaccia online procedendo con cautela: prima di fare match con una persona, pensate sempre alla vostra sicurezza e a quella delle vostre informazioni.

Leggete anche: Truffati su Tinder

Questo articolo è disponibile anche in: FranceseSpagnoloPortoghese, Brasile