Skip to Main Content
Put a foil hat on the router, not your head - WiFi reception, WLAN-Empfang, signal WiFi, ricezione WiFi

Metti la stagnola sul router, non in testa

Se vuoi influire su dove arriva o non arriva il segnale WiFi, tira fuori la stagnola. I ricercatori hanno constatato che applicando in modo scientifico un foglio di stagnola si può migliorare la ricezione WiFi in alcune aree e ridurla in altre. Un gruppo di ricercatori del Darmouth College ha scoperto che era possibile migliorare la ricezione WiFi aggiungendo a un comune router un riflettore personalizzato, modellato in base alle dimensioni, alla forma e ai materiali di costruzione dell’edificio.

Una WiFi migliore inizia in cucina

Il riflettore personalizzato viene creato con una stampante 3D e rivestito con un comune foglio di alluminio da cucina. Secondo le stime dei ricercatori, questo riflettore può essere prodotto in 23 minuti e al costo di soli 30 euro.

Con un semplice investimento di circa 35 dollari e specificando i requisiti di copertura, è possibile costruire un riflettore WiFi su misura che supera le prestazioni di antenne da migliaia di dollari. — Xia Zhou, ricercatrice di informatica a Dartmouth.

Prima ancora di accendere la stampante 3D, il gruppo di ricerca della Dartmouth ha studiato le modalità di propagazione e interazione delle onde radio in un determinato ambiente. In seguito gli studiosi hanno sviluppato un algoritmo per ottimizzare la forma del riflettore e aumentare la copertura WiFi nelle aree desiderate e ridurla dove non è richiesta.

Aiuta i tuoi dispositivi smart a rimanere connessi

Una copertura WiFi non uniforme rappresenta un problema importante a casa e in azienda, in particolare quando si connettono più dispositivi intelligenti. Il team ha avviato il progetto esaminando un approccio a bassa tecnologia per migliorare il segnale WiFi, che consiste nel posizionare in modo strategico un foglio di alluminio dietro il router.

I ricercatori sostengono che il loro studio aumenterà la sicurezza WiFi, in quanto impedisce che il segnale WiFi arrivi in aree non desiderate. Hanno constatato che con dei riflettori correttamente posizionati è possibile ridurre la potenza del segnale fino a un massimo di 10 dB e aumentarla di 6 dB dove necessario. Molto meglio che mettersi in testa uno strano cappello.

Questo articolo è disponibile anche in: Francese

As a PR Consultant and journalist, Frink has covered IT security issues for a number of security software firms, as well as provided reviews and insight on the beer and automotive industries (but usually not at the same time). Otherwise, he’s known for making a great bowl of popcorn and extraordinary messes in a kitchen.