Le HyperAdapt della Nike sono attaccabili: lasciano tracce online e non solo

Il lancio delle scarpe HyperAdapt della Nike ricorda davvero il film “Ritorno al futuro 2”. Dopo tutto, chi, per lo meno della mia generazione, non ha visto il film in cui le scarpe di Marty McFly si allacciano da sole ai piedi?

Davvero mitico. Per dirla come Nike, una “relazione automatica, quasi simbiotica tra il piede e la scarpa.”

Ma è tutto? E le altre opzioni? Mentre il film è stato, per certi aspetti sfortunatamente, preveggente nel suo sguardo al futuro, in termini di connessione la società si è sviluppata al di là di quanto Marty e Doc avessero mai potuto immaginare.

I lacci autoallaccianti vanno oltre

Potenzialmente, una “relazione quasi simbiotica tra il piede e la scarpa” si spinge ben oltre la comune funzione della calzatura di prevenire ferite e vescichette. Scommetto che Nike punta molto più in alto.

Pensa a tutte le opzioni aggiuntive che potrebbero avere le scarpe da corsa HyperAdapt: scarpe che si connettono automaticamente alla rete Wi-Fi domestica, che si accertano che la tua porta di servizio si sblocchi automaticamente non appena ti trovi nel raggio di 10 metri e che una tazza di caffè appena preparato ti stia già appettando, o ancora che caricano nel tuo programma di allenamento il tuo referto sull’apparato cardiovascolare.

Basta così, non mi azzardo neanche a menzionare i rischi per la sicurezza di scarpe potenzialmente attaccabili dagli hacker in un mondo frenetico dominato dall’Internet delle cose. Una volta, tanti anni fa, sono stato vittima di uno scippo in cui i rapinatori mi hanno strappato le scarpe dai piedi: mai avrei pensato che un evento del genere un giorno sarebbe potuto essere considerato una violazione della protezione.

Ormai questa visione non è più molto lontana dalla realtà

Anche se le scarpe HyperAdapt sono mitiche come Ronaldo, in questo nuovo mondo rappresentano solo un supporto tecnologico, non il prodotto finale. Per lo meno nel mercato statunitense, sono disponibili solo per chi si muove nell’ecosistema dell’app Nike+. Proprio lei, la nuova app Nike+ che offre ai propri utenti suggerimenti sui prodotti e consigli per l’allenamento personalizzati e molto altro ancora. Basta unire l’app e le scarpe per capire che Nike ambisce a una relazione molto più stretta tra l’esercizio fisico e l’intera nostra vita, non semplicemente tra le scarpe e i piedi. Non aspettare l’impossibile, ma ricordati: Ritorno al futuro 1, 2 e 3 erano solo l’inizio.

Questo articolo è disponibile anche in: IngleseTedescoFrancese

As a PR Consultant and journalist, Frink has covered IT security issues for a number of security software firms, as well as provided reviews and insight on the beer and automotive industries (but usually not at the same time). Otherwise, he’s known for making a great bowl of popcorn and extraordinary messes in a kitchen.