Meno 3, meno 2, meno 1… preparatevi per il 5G

Preparatevi a un’invasione di notizie sul 5G, la nuova generazione di reti mobili in arrivo. Il 5G è proprio questo, la quinta generazione, e arriva sulla scia delle reti 3G e 4G, che probabilmente stanno alimentando i dati dei vostri dispositivi proprio adesso. Le prime reti sono state attivate in Finlandia, Qatar e alcune città americane selezionate, tanto per citare qualche località.

I tre principali vantaggi del 5G includono una maggiore velocità di spostamento dei dati, una minore latenza (responsabile di rallentare i tempi di risposta) e molto più spazio per permettere di collegare molti più dispositivi. Il 5G promette di raggiungere questi obiettivi utilizzando frequenze a onde millimetriche, costruendo una fitta rete di “piccole celle” per la trasmissione e la ricezione e dotandosi di un software che consente di creare una rete definita dall’utente. I promotori sostengono che questa sarà l’innovazione migliore dopo l’invenzione dell’acqua calda e si aspettano enormi cambiamenti per i consumatori, l’Internet degli oggetti, l’industria e i trasporti.

È un progresso enorme

Per farvi un’idea della velocità comparativa tra le varie generazioni di reti, pensate al tempo necessario per scaricare un film di due ore. Quest’operazione richiederebbe circa 20 ore con il 3G, 6 minuti con il 4G e solo 3,5 secondi con il 5G. Allo stesso modo, mentre le reti 4G hanno una latenza media di 45 millisecondi, questo numero crolla a 1 millisecondo con il 5G. Naturalmente, nella pratica, è probabile che sia meno veloce. Inoltre, il 5G si integrerà con le attuali reti 4G almeno per il prossimo paio d’anni.

Alta frequenza, alta densità

Le reti 5G possono spostare i dati in modo incredibilmente veloce perché utilizzano onde radio ad alta frequenza tra i 28 e i 39 GHz, e hanno molto spazio con cui lavorare. Il rovescio della medaglia è che queste onde radio non viaggiano molto bene e vengono bloccate più facilmente, obbligando i servizi di telecomunicazioni a costruire una rete molto più densa di piccole celle. Ciò significa anche che gli utenti in città, siano essi persone, stabilimenti di produzione o una nuova autovettura autonoma, avranno accesso al 5G ben prima delle comunità rurali.

La differenza la fa il software

Il 5G non riguarda i cavi, ma il software, che consente agli utenti di creare le proprie connessioni di rete preferite utilizzando tecniche chiamate network slicing e beamforming. Invece di trasmettere segnali in maniera indiscriminata intorno all’utente 5G, permette alla rete di dirigere il segnale più vicino al destinatario finale. Questa capacità di modificare la copertura tramite un software programmabile potrebbe essere un elemento chiave nell’attuale conflitto tra il governo statunitense e la cinese Huawei.

Ah, la mia (5a) generazione…

Se si parla delle differenze tecniche tra le varie reti, la maggior parte delle persone si mette a sbadigliare dopo pochi secondi. Tuttavia, ricordiamo bene le opportunità tecnologiche che offre ogni rete di nuova generazione, e i cambiamenti sono impressionanti.

Ecco una breve tabella delle caratteristiche principali:

ReteDataFunzionalità
1GPrimi anni ’80Solo voce
2G1991Messaggi di testo SMS, MMS
3G1998Accesso a Internet, Global Positioning System (GPS), servizi basati sulla localizzazione, video on demand
4G2008Servizi di gaming, TV mobile HD, videoconferenze, telefonia IP
5G2019???

Lasciate perdere quindi le discussioni sulle distinzioni tecniche tra le reti. Pensate semplicemente a quanto è stato rivoluzionario poter avere un telefono cellulare a un prezzo accessibile da poter mettere in tasca. Pensate a quando usate Uber per arrivare in aeroporto. Pensate alla maratona della vostra serie preferita. E con il 5G dietro l’angolo, immaginate cosa potrebbe succedere alla vostra vita privata, alla vostra casa intelligente, alla vostra mobilità e al vostro lavoro. Non sappiamo cosa succederà, ma sappiamo che sarà veloce.

Questo articolo è disponibile anche in: IngleseTedescoFrancese

As a PR Consultant and journalist, Frink has covered IT security issues for a number of security software firms, as well as provided reviews and insight on the beer and automotive industries (but usually not at the same time). Otherwise, he’s known for making a great bowl of popcorn and extraordinary messes in a kitchen.