Skip to Main Content

La vostra vita digitale quotidiana vi mette a rischio?

Acquisti? Operazioni bancarie? Quanto siete veramente al sicuro? La vita digitale quotidiana è piena di insidie. Siamo tutti a rischio, non importa quanto “piccoli” possiamo essere.

Sviluppate la massima consapevolezza informatica

Il cybercrimine causa miliardi di euro di danni ed è una minaccia globale. Non prende di mira solo le grandi aziende, ma anche le persone normali che vivono la loro vita quotidiana digitale. Chiunque svolga attività online è a rischio, che sia una nonna delle Isole Cayman o un amministratore delegato di New York. Non interessa quale macchina guidate, cosa indossate o quanto siete importanti, perché non importate voi. Importano i vostri dati.

Le vostre informazioni personali – dalle password ai dettagli della carta di credito – sono molto ambite dai criminali, che possono venderle sul dark web o usarle per rubare la vostra identità e i vostri soldi. E sfrutteranno qualsiasi vulnerabilità umana e di sicurezza per ottenerle.

Siete voi la “vulnerabilità umana” che stanno cercando? Voi che riutilizzate le password e cliccate su link sconosciuti, ad esempio? Potreste essere voi ad aiutare gli hacker ogni volta che fate acquisti e operazioni bancarie online, caricate foto sui social media, inviate email… Continuate a leggere per scoprirlo, e aiutate Avira nella sua missione: proteggere le persone nel mondo connesso.

Minacce? Quali minacce esattamente?

Conosci il tuo nemico, dicono. Così, abbiamo compilato un breve elenco delle principali minacce che stanno in agguato nelle torbide profondità digitali ogni volta che immergete un dito nelle acque del web. Le minacce informatiche più comuni includono:

  • Software dannosi: i virus infettano i dispositivi per moltiplicarsi e far sì che la vostra macchina esegua i loro ordini malvagi. I ransomware, ad esempio, sequestrano i file e li tengono in ostaggio per richiedere un riscatto.
  • Hacker: gli obiettivi principali sono gli attacchi ai social media e alle password di posta elettronica.
  • Phishing: email fasulle tentano di appropriarsi di dati personali e informazioni di sicurezza.
  • Attacchi Distributed Denial of Service (DDoS), spesso accompagnati da estorsioni.

Quindi, quali sono gli articoli più richiesti al mercato nero dei dati? I nomi utente e le password ora valgono più dei dati delle carte di credito. Una volta vendute, le informazioni alimentano una serie di attività illegali, dal furto d’identità all’uso del vostro computer per lanciare spam e attacchi di phishing.

Sapere è potere

Ora che sapete che le vostre informazioni personali sono un tesoro, le state mettendo a rischio?  Scopritelo con questo rapido test delle abitudini digitali e aumentate la vostra sicurezza.

Un amico vi invia un messaggio WhatsApp con un link a un video che ha visto: “Questo cane è fantastico! Guardalo!”

ACCETTATE O RIFIUTATE?

Rifiutate… inizialmente. Sì, questo messaggio proviene da qualcuno che conoscete e di cui vi fidate, ma gli account online possono essere violati. Chiedete conferma al vostro amico prima di cliccare su qualsiasi collegamento o aprire allegati.

Un amico vi invita a scaricare sullo smartphone un’app che fa invecchiare il viso e sembra esilarante.

ACCETTATE O RIFIUTATE?

Proviene da un negozio ufficiale come App Store (iOS) o Google Play (Android)? Se non è così, fate attenzione! Alcune app sono dannose e potrebbero contenere virus. Possono anche rubare i vostri dati di contatto o le password. Molte app sono comunque sfrontate e chiedono più autorizzazioni del necessario, compreso l’accesso alla vostra posizione e alle foto. Controllate e ricontrollate a cosa richiedono l’accesso prima di cliccare su “Installa”.

Nella casella di posta elettronica vi arriva un’email con il messaggio: “Si è verificato un problema con il pagamento dal telefono cellulare. Aggiorna i tuoi dati qui sotto.”

CLICCATE O IGNORATE?

Si tratta di una truffa di phishing? Non fate nulla finché non avete controllato l’indirizzo email, e non solo il mittente. Se il nome del dominio (la parte dopo il simbolo @) corrisponde al mittente dell’email, probabilmente il messaggio è legittimo. Se invece è O2-payments@access123.com, per fare un esempio, sapete che si tratta di una truffa. Inoltre, esaminate ogni lettera di un nome di dominio, perché i falsi contengono errori abilmente studiati per ingannare. Riuscite a riconoscere che gimletrnedia non è gimletmedia (la “r” e la “n” stanno al posto della “m”)? Ricordate: le aziende di solito si rivolgono a voi chiamandovi per nome e non richiedono mai informazioni personali in un’email. Se aprite un allegato e cliccate su un link, potreste scaricare malware o essere indirizzati su un sito web fasullo che raccoglie i vostri dati. 

State scorrendo il feed di Facebook quando una pubblicità cattura la vostra attenzione: Perdi peso con la torta magica!

CLICCATE O IGNORATE?

Con i social media ora è più facile che mai per gli inserzionisti raggiungere un pubblico altamente mirato, quindi gli annunci che vedete online sono stati scelti per attirare la vostra attenzione. Non solo potreste finire per comprare qualcosa di sospetto o non sicuro, ma potreste anche rimanere vittime di una truffa finanziaria. Perfino i siti di alto profilo come Google e Facebook sono disseminati di annunci truffa. Quindi, verificate bene l’azienda e il prodotto prima di cliccare, iniziando con una ricerca su Google: ha un indirizzo e un’email commerciali, oltre a un indirizzo di posta elettronica generico come john@gmail.com? Inoltre, visualizzate un’anteprima di dove conduce un link web passandoci sopra il mouse. Il nome del sito web include una lunga accozzaglia di numeri o lettere? Non ha niente a che fare con l’azienda e il prodotto nell’annuncio? Lasciate perdere!

Vi siete imbattuti in un sito web con prezzi stracciati: cappotti invernali di Gucci scontati dell′80%!

ACQUISTATE O LASCIATE PERDERE?

Se un’offerta sembra troppo bella per essere vera, solitamente è così. Avete sentito parlare del sito web che vende la merce o vi avete già fatto acquisti sicuri prima? Avete letto qualche recensione dei clienti? Ordinate sempre da negozi affidabili e verificate che sia presente il simbolo di un lucchetto nella barra degli indirizzi: ciò indica che un sito utilizza un protocollo sicuro per condividere le informazioni in modo crittografato. I siti loschi potrebbero impadronirsi della vostra carta di credito e di altri dati personali. 

Avete esaurito i dati. Siete in un bar e volete semplicemente far sapere a tutti i vostri follower di Instagram che il vostro cappuccino è un’opera d’arte.

USATE IL WI-FI PUBBLICO O ASPETTATE?

Il traffico di rete sui Wi-Fi pubblici non è crittografato, quindi risulta visibile a chiunque si trovi nel raggio d’azione. Gli hacker possono spiare i siti che visitate e posizionarsi tra voi e il punto di connessione, in modo da ricevere le informazioni che inviate (come email e credenziali di accesso). Usate una VPN per crittografare il vostro traffico Internet e rimanere anonimi online. Se non potete farlo, non usate le reti Wi-Fi pubbliche per accedere a siti dove sono richieste informazioni sensibili, come per il banking online o gli acquisti. Aspettate di essere a casa o in ufficio.

Allarme COVID!

Qualunque sia la crisi, ci sarà sempre un’ondata di truffe che la sfrutterà, e il coronavirus non fa eccezione, purtroppo. Quando navigate, cercate di resistere alla tentazione di cliccare sugli “acchiappaclic”, come titoli falsi ma accattivanti (“I Kardashian hanno la COVID!”). Finirete per scaricare malware o per connettervi a un sito web che raccoglie i vostri dati riservati. Lo stesso vale per le email e gli SMS falsi che offrono vaccinazioni o test per la COVID.

Cosa fare?

Usate sempre la massima cautela online e seguite questo elenco di suggerimenti.

  • Scegliete un antivirus affidabile che offre la migliore protezione in tempo reale disponibile contro i malware esistenti e quelli emergenti. Fate le dovute ricerche. Cosa dicono gli istituti di test indipendenti, come AV Comparatives? Estendete la protezione a tutti i vostri dispositivi, inclusi gli smartphone di tutta la vostra famiglia.
  • Utilizzate solo password forti e uniche, che includano lettere maiuscole e minuscole e numeri. I gestori di password creano e archiviano password inviolabili.
  • I software obsoleti presentano lacune di sicurezza note agli hacker: utilizzate uno strumento di aggiornamento software per risolvere rapidamente queste vulnerabilità.
  • Scegliete con cura il vostro fornitore di servizi di sicurezza! Venderà i vostri dati? In molti lo fanno. Avira ritiene che la sicurezza e la privacy digitali siano diritti, non privilegi. Trent’anni di innovazione hanno dato vita a un pacchetto completo di prodotti gratuiti e premium per desktop, dispositivi mobili e case intelligenti, che vengono costantemente valutati come i migliori della categoria.
  • Per avere il massimo in termini di protezione e tranquillità, non c’è niente di meglio di una soluzione tutto in uno che offre sicurezza su più livelli. Avira Prime offre l’accesso illimitato a tutte le soluzioni premium di Avira con un piccolo canone mensile.

Ricordate: computer e telefoni ci danno un falso senso di sicurezza, perché fisicamente non c’è nessuno che possa farci del male. Trattate il vostro schermo come una porta potenzialmente aperta e prestate massima cautela. Chi state lasciando entrare? Chi può accedere ai vostri dati?

Guardate la nostra serie di video Stop al cybercrimine

Guardate ora

Questo articolo è disponibile anche in: Francese

Nicola is a freelance marketing and social media copywriter.