Il 45% degli italiani si preoccupa per la sicurezza informatica. Come proteggere la rete wifi ?

Il mondo sempre più tecnologico in cui viviamo fa sì che la nostra casa sia piena di dispositivi intelligenti e gadget connessi. Tutti questi – PC, tablet, telefono cellulare o elettrodomestici smart – si collegano a Internet mediante il router, attraverso il quale passano tutte le loro comunicazioni con il web. Di conseguenza, se il router non è protetto in modo adeguato, tutti i dispositivi collegati possono essere esposti a minacce informatiche. 

Un router Wi-Fi è come la porta di casa 

A chi non è capitato di uscire di casa e domandarsi poco dopo se ha chiuso la porta a chiave? Lasciare la rete Wi-Fi non protetta comporta più o meno gli stessi rischi per la sicurezza, visto che i dispositivi che colleghiamo sono sempre più numerosi. Gli hacker infatti possono accedere alla rete domestica, controllare i dispositivi collegati, infettare i PC con malware e virus per poi utilizzarli con il fine di sferrare attacchi informatici oppure rubare i dati dei conti bancari.  

Uno studio condotto da Avira in Italia mostra che, durante i mesi di isolamento, la sicurezza digitale dei dispositivi connessi e della rete non è stata una priorità per gli utenti.  

Nonostante il 81% degli intervistati abbia dichiarato di aver connesso alla rete Internet di casa un dispositivo normalmente utilizzato in ambito lavorativo, soltanto il 30% ha incrementato la sicurezza digitale dei dispositivi o della rete Internet durante quel periodo. Altre misure adottate durante il lockdown per migliorare il proprio ufficio domestico o per altre ragioni comprendono l’ottimizzazione del router (42%) e il passaggio a un altro fornitore di soluzioni wireless o il potenziamento della connessione a Internet (25%). 

Il 45% degli italiani manifesta preoccupazione o un qualche interessamento per la sicurezza digitale quando lavora da casa. 

L’importanza della sicurezza digitale nel lavoro da remoto è stata sottovalutata anche dalla maggior parte dei datori di lavoro: infatti, i risultati dello studio mostrano che il 61% dei partecipanti al sondaggio non ha ricevuto dalla propria azienda nessuno strumento per proteggere PC e computer portatili, lasciandoli dunque esposti a pericolose minacce digitali. È interessante osservare che il grado di consapevolezza dei pericoli informatici è comunque alto, tanto che il 45% degli italiani manifesta preoccupazione o un qualche interessamento per la sicurezza digitale quando lavora da casa. 

Come il lockdown ha cambiato le abitudini digitali degli italiani 

Soluzioni semplici per una protezione efficace 

La connessione Wi-Fi è diventata una necessità in ogni casa ma, se non adeguatamente protetta, può trasformarsi in facile bersaglio di attacchi hacker, di truffatori e ladri di identità. Per fortuna esistono alcune misure facili da adottare per aumentare la sicurezza della rete Internet domestica, come quelle elencate di seguito. 

  1. Usare una password unica e complessa: innanzitutto occorre cambiare il nome utente e la password predefinita. Gli hacker, infatti, dispongono di strumenti sofisticati per risalire alle informazioni di default, per questo è necessario impostare una password più potente e unica, meglio se comprende lettere, numeri e simboli che la rendano difficile da indovinare. 
  2. Creare una rete Wi-Fi ospite: amici e parenti in visita a casa nostra spesso ci chiedono qual è la password del Wi-Fi. Per evitare la condivisione della password principale e per proteggere i nostri dispositivi da malware e virus eventualmente presenti nei cellulari o tablet altrui, la soluzione migliore è creare una rete Wi-Fi ospite, o guest Wi-Fi, che crea un punto di accesso a Internet separato dalla rete domestica. 
  3. Proteggere tutti i dispositivi connessi: uno dei maggiori rischi a cui è esposto il router è quello di venire compromesso da uno dei dispositivi connessi. Tutti i dispositivi connessi a Internet e non protetti rappresentano un rischio per il router e per l’intera rete domestica. Per evitare che ciò accada è necessario aggiornare sempre i dispositivi e assicurarsi che siano protetti da un software di sicurezza.

Per avere una panoramica dei dispositivi connessi al router viene in nostro aiuto Avira Home Guard. Oltre a identificare il nome e il tipo di apparecchio connesso, Avira Home Guard controlla anche le vulnerabilità che ci espongono a rischi ed effettua test di velocità sulla rete Wi-Fi domestica.  

Scoprite di più sui segnali di una possibile compromissione del vostro router qui