Facebook e le impostazioni di privacy 2020: 5 modifiche per proteggere i vostri dati

Pur amando Facebook, è legittimo preoccuparsi della propria privacy e di come questo gigante dei social media usa le informazioni personali. Facebook dedica alla ricerca dei problemi di privacy e sicurezza più tempo di qualsiasi altro social media.

La buona notizia è che non dovete eliminare il profilo per proteggere i vostri dati. Esistono diversi accorgimenti che vi permettono di proteggere la vostra privacy pur continuando a usufruire della piattaforma. Ecco cinque impostazioni di privacy di Facebook che dovreste modificare subito.

Nota: tutte le modifiche indicate possono essere effettuate nel menu principale, alla voce “Impostazioni e privacy”.

1. Modificate le impostazioni di privacy di base

Cliccate sulla voce “Impostazioni”, quindi su “Privacy” e passate in rassegna le tre sezioni associate. Scegliete chi potrà vedere i vostri post futuri. Le opzioni disponibili comprendono:

  • Tutti
  • Amici
  • Amici tranne…
  • Amici specifici
  • Solo io

Potete anche decidere se rendere pubblici o privati i vostri post passati e controllare chi può vedere gli amici, le pagine e i gruppi che seguite. Infine, specificate chi può inviarvi richieste di amicizia, vedere i vostri amici, cercarvi utilizzando l’indirizzo email o il numero di telefono e se desiderate che i motori di ricerca esterni alla piattaforma reindirizzino al vostro profilo.

Oltre a preoccuparvi di tenere le vostre informazioni al riparo dagli sguardi indiscreti degli altri iscritti a Facebook, dovreste preoccuparvi anche delle informazioni che condividete con la piattaforma in sé. Facebook tiene traccia delle vostre attività, ad esempio dei siti che visitate, anche quando non siete sulla piattaforma. Nell’ultima versione potete impedire il tracciamento delle vostre attività in Impostazioni-> Le tue informazioni su Facebook -> Attività fuori da Facebook. Qui, cliccando sull’opzione “Gestisci la tua attività fuori da Facebook”, potete gestire l’attività fuori da Facebook impostando su OFF la funzionalità “Attività fuori da Facebook futura”. Così facendo verrete informati del fatto che la vostra esperienza su Facebook potrebbe essere meno personalizzata dal momento che la piattaforma non raccoglierà più informazioni sulle vostre altre attività online. Questo influirà principalmente sulle inserzioni visualizzate, che potrebbero essere meno pertinenti, ma potrebbe incidere anche sui post e sugli eventi suggeriti. A nostro avviso, ottenere più privacy a fronte di inserzioni meno personalizzate è un buon compromesso, ma la decisione spetta a voi.

2. Disabilitate il riconoscimento facciale

In basso, sotto la voce “Privacy”, cliccate sull’opzione “Riconoscimento facciale”. Questa impostazione di privacy di Facebook è stata oggetto di diverse modifiche, ma merita ancora una certa attenzione. Se un vostro amico pubblica una foto o un video in cui siete presenti anche voi e Facebook vi riconosce, potete ritrovarvi taggati all’interno di contenuti che non approvate. Disabilitando questa opzione impedirete a Facebook di riconoscervi nei media digitali caricati.

3. Mantenete privati i dati sulla vostra posizione

In questa sezione potete modificare le impostazioni del vostro dispositivo e di Facebook. Alcuni utenti apprezzano i servizi di localizzazione perché li aiutano a scoprire cosa c’è intorno a loro o a condividere la propria posizione con gli amici. Se anche voi siete tra questi, allora consentite al vostro dispositivo di usare i servizi di localizzazione mentre usate Facebook. Se invece preferite che Facebook non crei una cronologia delle posizioni trasmesse dai servizi di localizzazione del vostro smartphone o dispositivo, disabilitate questa opzione.

4. Controllate le autorizzazioni delle app e dei siti web

Questa sezione contiene importanti impostazioni di privacy che dovete controllare e all’occorrenza modificare. Per prima cosa modificate le impostazioni in “Accesso effettuato con Facebook”. Tutte le app elencate possono richiedere informazioni sul vostro conto. Passate in rassegna tutte le app o i siti web attivi e rimuoveteli se non desiderate condividere con loro le vostre informazioni.

Dopo averli rimossi avete la possibilità di eliminare da Facebook tutti i post, le foto e i video che l’app potrebbe aver pubblicato per vostro conto. Potete anche modificare le preferenze relative agli accessi tramite Facebook. Disattivando questa opzione non potrete più accedere ad altre app o a siti web tramite Facebook. Si tratta di un’impostazione caldamente consigliata perché utilizzare le credenziali di login di Facebook su altri siti può rendervi vulnerabili nei confronti di attacchi hacker e perdite di dati.

5. Scegliete un erede

Avete mai pensato a ciò che accadrà ai vostri account dei social media e ai dati associati quando non ci sarete più? Ahimè, anche questo fa parte delle responsabilità connesse con l’uso dei social media.

Le impostazioni di privacy di Facebook consentono di decidere cosa dovrà succedere al vostro account dopo la vostra scomparsa. Questo aiuta a proteggere le vostre informazioni e la vostra eredità digitale quando non potrete più controllare il vostro profilo. Accedete a “Impostazioni per rendere commemorativo un account” e scegliete un contatto erede che potrà gestire i post, rispondere a nuove richieste di amicizia e aggiornare la vostra foto profilo, oppure optate per l’eliminazione dell’account dopo la vostra scomparsa.


Usufruire di Facebook senza mettere a rischio la propria privacy è possibile. Restate in guardia, prendete opportuni provvedimenti se notate attività sospette e prestate attenzione agli annunci sulle impostazioni di privacy di Facebook nuove o aggiornate. Quando si tratta di rimanere protetti online, siete voi il vostro migliore alleato. E se pensate che il vostro account Facebook possa essere stato violato, leggete il nostro post del blog su come controllare se l’account è stato vittima di un attacco hacker.

Questo articolo è disponibile anche in: IngleseTedescoFranceseSpagnoloPortoghese, Brasile