How to transfer files securely vie WeTransfer

Domanda della settimana: È sicuro trasmettere dati con WeTransfer?

Domanda: “Il fornitore del mio servizio di posta elettronica permette di inviare file in allegato di dimensione massime di 10 megabyte. Decisamente troppo poco per il trasferimento delle foto delle mie vacanze. Ora un amico mi ha consigliato il servizio “WeTransfer”. È un servizio molto comodo, ma i miei file sono sufficientemente protetti?”

Risposta: In effetti l’invio di foto ad alta risoluzione, video o altri file molto grandi è spesso una seccatura. Accade spesso che il proprio servizio di posta elettronica non lo permetta, oppure che la casella di posta del destinatario sia piena. Per farla breve: è vivamente sconsigliato allegare file di grandi dimensioni direttamente alle email. Perciò WeTransfer è effettivamente un ottimo consiglio. Il servizio permette di trasferire file di dimensioni fino a 2 gigabyte, senza dover effettuare una registrazione e senza incorrere in altri ostacoli.

File non protetti su WeTransfer

È importante sapere che i file che si desidera inviare vengono inizialmente caricati sul server di WeTransfer e successivamente si deve inviare al destinatario l’indirizzo di download via email. Il caricamento dei dati e l’invio del link sono crittografati, quindi non si corrono rischi. Tuttavia:

  • Il destinatario riceve un’email non crittografata con un link per scaricare il file. Persone non autorizzate possono intercettare quest’email e quindi avere accesso ai file.
  • WeTransfer memorizza i file anche in forma non crittografata, inoltre vengono utilizzati server ubicati negli Stati Uniti. Conformemente alla legge federale statunitense “Patriot Act” ogni società americana è tenuta a consegnare i file dei propri clienti, se richiesto dai servizi segreti quali l’FBI. Non è nemmeno necessaria la presenza di un decreto giudiziario. La rigorosa policy sulla privacy europea non viene applicata, sebbene WeTransfer sia una società costituita nei Paesi Bassi.

Perciò attenzione: non inviate dati sensibili, ad esempio i dati per la dichiarazione dei redditi, documenti aziendali o foto private, in formato non crittografato attraverso WeTransfer.

Come inviare i file attraverso WeTransfer in modo sicuro e in forma crittografata

La soluzione al dilemma: confezionate i file che volete inviare con WeTransfer in un archivio crittografato e protetto da password. Lo potete fare in modo semplice e rapido con il programma gratuito 7-Zip.

  1. Scaricate gratuitamente 7-Zip dalla pagina www.7-zip.de e installate il programma.
  2. Eventualmente copiate in una cartella tutti i file che desiderate inviare con l’aiuto di Windows Explorer. Se desiderate inviare solo un file di grandi dimensioni, potete risparmiarvi questo passaggio.
  3. Successivamente fate clic sulla cartella (o sul file) con il tasto destro del mouse che volete crittografare. Nel menu contestuale selezionate 7-Zip e Aggiungi a un archivio. Selezionate il formato archivio Zip e la “procedura” AES-256.
  4. Inserite una password nel riquadro Crittografia. Dopo aver fatto clic su OK la cartella viene compressa e memorizzata e la troverete allo stesso posto con l’estensione file .zip.
  5. Inviate il file con WeTransfer. Vi consigliamo di comunicare al destinatario la password per estrarre i file attraverso un canale diverso, ad esempio al telefono, con un SMS oppure su WhatsApp. Attenzione: per inserire la password anche il destinatario deve aver installato 7-Zip.

Avete anche voi una domanda a cui vorreste ardentemente una risposta? Scrivetela nei commenti qui sotto!

Questo articolo è disponibile anche in: IngleseTedescoFrancese