5 consigli per identificare fake news e disinformazione

In un’epoca in cui le fake news sono usate per denigrare qualsiasi notizia con cui non si è d’accordo e la disinformazione è sia uno strumento politico che un tranello per vendere, truffare e spaventare, distinguere i fatti reali dalla finzione può sembrare un’impresa impossibile. Fortunatamente, se si mantiene il sangue freddo, di solito è possibile capire se si tratta di notizie vere o false.

E noi siamo qui per aiutarvi con questi 5 consigli:

Consiglio n. 1: controllate la fonte delle notizie

Può essere Facebook, Twitter o un’altra fonte: spesso ci si imbatte in notizie che provengono da una pagina mai vista prima. In questo caso, prima di credere al messaggio e/o diffonderlo è assolutamente necessario fare una breve ricerca. Dovreste porvi le seguenti domande:

  • L’articolo è apparso su un sito affidabile? Quali altri elementi abbiamo qui?
  • Come si presenta la sezione “Chi siamo” della pagina?
  • L’autore è conosciuto da altri siti di informazione attendibili?
  • Come si presenta l’URL?

Consiglio n. 2: sviluppate un atteggiamento critico

Uno dei motivi per cui la gente abbocca alle notizie sospette è perché sembrano credibili, a volte anche più credibili di quelle vere. Spesso hanno anche un titolo accattivante, studiato appositamente per stupire il lettore o attrarlo a livello emotivo.

Ecco perché è importante mantenere il sangue freddo. Invece di reagire emotivamente, è meglio cercare di osservare il messaggio con razionalità. Rileggete la notizia con maggior attenzione e ponetevi le seguenti domande:

  • Perché è stato scritto questo messaggio? Vogliono influenzarmi?
  • Stanno cercando di vendermi qualcosa?
  • Mi stanno reindirizzando a un altro sito web?
  • La notizia compare anche su altri portali di informazione?

Consiglio n. 3: seguite le fonti

Un reportage frutto di ricerche attente conterrà molte citazioni, date e fatti. Che si tratti di dichiarazioni di esperti, valutazioni di sondaggi o statistiche, una notizia seria non mancherà di fornire i rispettivi link.

Se “l’esperto” è uno sconosciuto o un amico dell’autore, non sono citate fonti e tutto si basa sul sentito dire, fareste bene a mettere in discussione il testo. Esistono prove che quanto menzionato nell’articolo sia realmente accaduto oppure i fatti sono stati inventati o distorti?

Consiglio n. 4: controllate se ci sono immagini false

Spesso le notizie poco attendibili sono accompagnate da immagini altrettanto sospette. Le fotografie dovrebbero servire a mettere in evidenza e a dimostrare i “fatti” dell’articolo. Tuttavia, i moderni programmi di elaborazione delle immagini rendono molto difficile distinguere le foto vere da quelle false: spesso questo non è più possibile. Ci sono comunque alcune cose a cui prestare attenzione:

  • Verificate se le ombre proiettate sembrano corrette.
  • Esaminate l’immagine più da vicino per vedere se le persone o gli oggetti hanno strani bordi sfrangiati.
  • A volte anche una ricerca inversa delle immagini di Google può essere d’aiuto: una volta che le immagini sono state modificate, è possibile trovare gli originali.

Consiglio n. 5: chi altro riporta la notizia?

Soprattutto quando si tratta di temi importanti come le elezioni o l’attuale coronavirus, le notizie abbondano. Mantenere una visione d’insieme e distinguere le notizie serie da quelle inaffidabili può essere difficile. Se trovate un messaggio che sta diffondendo informazioni completamente nuove di cui non avete mai sentito parlare, è meglio controllare se altri siti le segnalano. Confrontate le informazioni con organizzazioni come Reuters o altra fonte di fiducia per verificare attentamente la notizia.

Questo articolo è disponibile anche in: IngleseFranceseSpagnoloPortoghese, Brasile

Leor is a copywriter and content marketer for Avira.