Skip to Main Content

5 consigli per cambiare i prodotti acquistati in Internet

Chi compra in Internet non ha modo di esaminare e controllare la merce prima dell’acquisto. Pertanto, la Legge tedesca sulle vendite a distanza protegge da spiacevoli sorprese. Ciò significa che se non dovesse piacervi un articolo, potete restituire la merce entro due settimane dal ricevimento della stessa, a condizione che il prodotto non presenti alcun difetto funzionale. Molti negozi fanno ancora di meglio e concedono un diritto di reso esteso. Ad esempio Zalando, il famoso rivenditore online di scarpe, abbigliamento e accessori, concede 100 giorni di tempo per restituire i prodotti acquistati, mentre Ikea addirittura 365 giorni. I nostri consigli vi rivelano cosa è meglio considerare PRIMA di effettuare un acquisto.

Come fare acquisti online senza preoccupazioni?

Consiglio 1: verificare i termini di recesso

Per gli acquisti effettuati in Internet, la legge prevede un diritto di recesso pari a due settimane a partire dal ricevimento della merce. In genere si intende il momento in cui il corriere vi consegna il pacco oppure quando lo ritirate presso l’ufficio postale. Tuttavia, il negozio può offrire anche un diritto di reso che solitamente prevede termini più lunghi. Tali informazioni sono disponibili, ad esempio, nelle Condizioni generali di contratto. I negozi che concedono termini più lunghi amano anche pubblicizzarlo. Ma qual è la differenza tra diritto di reso e di recesso? Nel caso del diritto di reso, la merce deve essere restituita entro i termini stabiliti. Nel caso del diritto di recesso, invece, inizialmente è sufficiente una notifica scritta sotto forma di messaggio di posta elettronica o lettera.

Consiglio 2: controllare i termini di reso per i regali di Natale

Chi non è soddisfatto di un regalo di Natale, non deve aver paura di ammetterlo. Meglio dirlo piuttosto che lasciare il regalo in cantina a prendere polvere o metterlo in vendita su eBay. Il problema? Il termine per il reso di quattordici giorni concesso da molti rivenditori al termine delle feste è già scaduto. Quindi sarebbe meglio acquistare dai rivenditori che offrono 30 o più giorni. Alcuni shop, come Amazon, Otto e Apple, offrono ai clienti termini di reso più estesi appositamente per gli acquisti natalizi. Su Amazon.it, ad esempio, per tutti gli acquisti effettuati tra il 1° novembre e il 31 dicembre è possibile effettuare il reso fino al 31 gennaio.

Consiglio 3: analizzare accuratamente i “marketplace”

Non tutti sanno che sui grandi siti di shopping online, come Amazon.it, non è solo Amazon stesso a vendere, ma anche migliaia di altri rivenditori, ognuno dei quali stabilisce i propri termini e le proprie condizioni. Quindi non guardate soltanto il prezzo, ma fate anche attenzione alle condizioni di reso. Ad esempio, se scegliete un’offerta per risparmiare un euro sull’acquisto di un vestito ma poi dovete sostenere i costi di reso nel caso in cui il prodotto non vada bene, vi ritroverete a spendere di più.

Consiglio 4: chi paga le spese postali per il reso?

Se il valore della merce supera i 40 euro, il rivenditore è tenuto a sostenere in ogni caso le spese di reso. Ma purtroppo questa regola a favore del consumatore non è più valida. Dall’introduzione della direttiva UE sui consumatori nel giugno 2014, i rivenditori sono liberi di decidere se sostenere le spese postali o addebitarle al cliente. La buona notizia è che la maggior parte dei principali negozi online continua a sostenere i costi per il reso, cosa che dovrebbe semplificare notevolmente eventuali cambi.

Consiglio 5: conservare le ricevute

Quando effettuate un cambio, normalmente il prodotto viene restituito tramite spedizione postale. Il corriere vi rilascerà una ricevuta con il numero di tracking della spedizione. Conservatela fino a quando non riceverete la conferma scritta della ricezione della merce o il rimborso dell’importo sul vostro conto. In questo modo potrete dimostrare di aver spedito il pacco entro i termini stabiliti. È utile sapere che il negozio online si assume il rischio di trasporto. Se la spedizione postale va persa o subisce danni, non sarà un vostro problema.

Compra in modo sicuro su Internet

Lo shopping online è comodo, ma può anche essere pericoloso. Ogni volta che visiti un sito o inserisci i tuoi dettagli bancari, stai aprendo una porta. E chi o cosa c’è dall’altra parte? Cosa vuole questa persona e cosa può vedere?

La migliore difesa contro queste minacce è la consapevolezza. Seguendo alcuni semplici passaggi è possibile proteggersi dal furto d’identità, prevenire le truffe online ed impedire ai software dannosi di compromettere il proprio dispositivo.  Ecco come fare acquisti online senza preoccupazioni.

 

Questo articolo è disponibile anche in: TedescoFranceseSpagnoloPortoghese, Brasile