4 modi per risparmiare quando c’è urgenza di un computer nuovo

A volte l’acquisto di un computer è pianificato, altre volte è una questione di necessità. Nel primo caso c’è tempo di esaminare con calma le opzioni, riflettere sulle possibilità e lasciare volare la fantasia prima di mettere finalmente il dispositivo nel carrello degli acquisti. Nel secondo caso di tratta di necessità immediata: un vecchio dispositivo che si è rotto oppure un bisogno urgente di sostituire il computer da lavoro ormai diventato inutilizzabile, e la decisione deve essere presa velocemente e con forti vincoli di budget.

Gestire le esigenze di rinnovamento

Nel primo caso preso in esame, si ha il tempo di riflettere sull’acquisto. Probabilmente valuteremo le prestazioni del dispositivo, come velocità e memoria, e persino questioni estetiche, ad esempio la sensazione al toccarne la tastiera e il design. Nel secondo caso, a influenzare la decisione sono le necessità essenziali: prezzo, trasportabilità, funzionalità di base, e si ha bisogno di trovare risposte alle proprie domande il prima possibile. Ecco quattro punti da considerare:

1. Desktop o laptop?

La scelta tra un computer desktop tradizionale e un portatile si riduce a una questione di budget versus portabilità. In generale, i computer desktop sono più economici e più facili da riparare rispetto ai portatili. Oltre a offrire di più a parità di prezzo, possono essere modificati con maggior facilità. Ad esempio, aggiungere un ulteriore disco rigido è un gioco da ragazzi. Non solo, è anche più facile dotarsi di un monitor ampio, col risultato di evitare affaticamenti degli occhi o addirittura di prevenire futuri problemi alla schiena, che possono insorgere quando si sta ricurvi sul dispositivo per vedere bene lo schermo.

I laptop sono per definizione portatili: consentono di cambiare facilmente la postazione di lavoro da un angolo all’altro della casa. Si possono perfino portare fuori in un bar o da un cliente (quando sarà finito questo periodo di quarantena). La decisione spetta a voi: lasciatevi guidare dal vostro budget e dalle vostre esigenze.

2. Parliamo di sistema operativo

Quando si tratta del sistema operativo del dispositivo, le scelte sono limitate. In parole povere: Windows 10 è disponibile in tutte le taglie e per tutti i gusti (desktop o laptop) e probabilmente si integrerà facilmente con i file e le applicazioni precedentemente utilizzati al lavoro.

Una soluzione per mantenere basso il budget la offre Windows 10 in modalità S: un modo economico per entrare nel mondo di Windows 10 senza la maggior parte delle funzionalità più rivolte al business, come BitLocker o Dynamic Provisioning. Questa versione presenta ovviamente delle limitazioni: il browser predefinito è Edge, che non può essere modificato, ed è possibile installare solo app da Windows Store. Una volta rimosso, operazione possibile una sola volta, gli utenti devono adottare Windows 10 Home.

Poi ci sono altre opzioni. I Chromebook sono dotati di Chrome OS, un parente del sistema operativo degli smartphone Android. Per quanto offrano un’elevata portabilità e una straordinaria durata della batteria, può sembrare incredibile avere i file archiviati da qualche parte nel cloud con Google e non nella propria cartella dei documenti.

Linux è una soluzione gratuita disponibile sia per computer portatili che per desktop. Le varianti dei sistemi operativi Linux come Mint o Ubuntu sono gratuite e funzionano piuttosto bene, ma hanno alcune stranezze che li rendono diversi dalla consueta esperienza di Windows. I MacBook sono solitamente più costosi, quindi probabilmente non rientreranno nella vostra lista di acquisti a budget ridotto.

3. Tesoro, mi si è ristretto il portafoglio

Oltre al sistema operativo o all’hardware, a incidere in modo significativo sul prezzo sono i programmi di cui avrete bisogno per svolgere le vostre attività quotidiane, che si tratti di scrivere, fare operazioni di editing o elaborare dati. Se per voi il problema principale è contenere il prezzo totale, prendete in considerazione le alternative gratuite per ridurre la spesa per il computer nuovo.

Tanto per cominciare, che ne dite di Microsoft Office 360? Onnipresente negli uffici moderni, i suoi legami con la famiglia MS garantiscono un’esperienza di lavoro quanto mai fluida quando si tratta di scrivere, creare presentazioni o elaborare dati. Tuttavia, non è insostituibile ed esistono alternative gratuite, come LibreOffice. Se non dovete preoccuparvi del fatto che il vostro lavoro si adatti alla perfezione ad altri legati ai prodotti MS, è un’opzione che vale la pena considerare.

E per chi ha esigenze di progettazione ed editing? Esistono anche varie alternative ai programmi premium di Adobe Illustrator o Acrobat DC.

4. Non sottovalutate la sicurezza del vostro ufficio domestico

Proteggere il vostro nuovo dispositivo da lavoro domestico è fondamentale. Certo, un nuovo dispositivo Windows include gratuitamente Windows Defender. Anche se di recente ha migliorato i propri risultati nelle valutazioni di sicurezza condotte dalle agenzie di test, questo programma gratuito fornisce una protezione di base con un filtro URL dannoso che funziona solo con il browser Microsoft Edge, ma non con gli altri browser comuni.

Tuttavia, per proteggere il vostro dispositivo nuovo di zecca ci vuole più di un semplice programma antivirus come Defender.

Tre sono gli elementi aggiuntivi necessari: un programma di aggiornamento dei software, un password manager e una VPN.

Un programma di aggiornamento dei software è importante per assicurare che tutti i vari programmi presenti sul dispositivo siano completamente aggiornati, per rimanere protetti dalle nuove minacce. Pe quanto Windows si occupi di mantenere aggiornati i sistemi operativi, non considera però affatto gli aggiornamenti per gli altri programmi.

Un password manager dà una mano indispensabile alla vostra memoria e alla vostra sicurezza generando password più sicure.

Una VPN deve necessariamente far parte di un dispositivo aziendale, e per buoni motivi. Una VPN vera e certificata garantisce che la comunicazione sia costantemente protetta tramite crittografia, al riparo da occhi indiscreti anche sulle reti non sicure. Questi elementi costituiscono una parte essenziale del pacchetto di sicurezza per il business.

Sì, tre al prezzo di nessuno, grazie

Questi tre programmi – aggiornamento software, password manager e VPN – non devono per forza costare molto o richiedere installazioni complicate. In realtà, con Avira Free Security sono completamente gratuiti, insieme a una suite di strumenti per la sicurezza. Con un’installazione praticamente istantanea, potete installare questi strumenti gratuitamente su un nuovo dispositivo, migliorando la vostra sicurezza e la vostra privacy grazie a prodotti testati e certificati.

Anche quando i tempi sono turbolenti e le risorse economiche limitate, potete comunque dotarvi della sicurezza inestimabile di cui avete bisogno, gratuitamente. Scaricate ora Avira Free Security.

 

Questo articolo è disponibile anche in: IngleseTedescoFranceseSpagnoloPortoghese, Brasile

As a PR Consultant and journalist, Frink has covered IT security issues for a number of security software firms, as well as provided reviews and insight on the beer and automotive industries (but usually not at the same time). Otherwise, he’s known for making a great bowl of popcorn and extraordinary messes in a kitchen.