giovedì 16 dicembre 2010

Un sondaggio Avira rivela l'insoddisfazione degli utenti di prodotti antivirus

Oltre il 60% dei consumatori ha testato più prodotti antivirus nell'arco di un anno; 1 su 4 ha disattivato la protezione antivirus sul proprio PC

Tettnang, Germania, 16 dicembre, 2010 – Avira, uno dei massimi esperti in materia di sicurezza informatica, lo scorso novembre ha condotto un sondaggio tra gli utenti informatici di tutto il mondo da cui emerge che oltre il 60% degli intervistati ha testato più prodotti antivirus nel corso di un anno. Il 25% ha inoltre ammesso di aver disattivato la propria protezione antivirus perché, a suo avviso, colpevole di rallentare le prestazioni del computer.

Il sondaggio ha visto la partecipazione di un campione di 9.091 consumatori con un margine di errore tra lo 0,28 e l'1%. Le domande sono state rivolte agli oltre 100 milioni di clienti Avira in tutto il mondo, conferendo al sondaggio un taglio internazionale. Ecco i principali dati emersi dal sondaggio Avira sulla sicurezza dello scorso novembre:

  • il 62,84% ha testato più prodotti di sicurezza nell'arco di un anno sullo stesso computer;
  • il 25,15% ha disattivato il software antivirus perché aveva l’impressione che rallentasse il computer;
  • il 12,01% ha pensato di non utilizzare Internet per motivi di sicurezza.

"Non c'è da stupirsi che in un anno i consumatori provino più prodotti per la sicurezza: tutti sono alla ricerca del prodotto giusto in grado di bilanciare protezione efficace e utilizzo delle risorse del computer", ha affermato Sorin Mustaca, esperto Avira di sicurezza dati. “L’aspetto più preoccupante emerso dal sondaggio è quel 25% degli intervistati che ammette di aver disattivato i propri prodotti antivirus perché aveva l’impressione che compromettessero le prestazioni della macchina. Questa prassi non è mai una buona idea perché lascia il computer totalmente in balia anche del più semplice dei virus, consentendo ai criminali informatici di includerlo in un botnet usato per diffondere malware e phishing. Per i venditori si tratta di un segnale chiaro: occorre prestare ancora più attenzione per evitare di sovraccaricare il software di sicurezza con funzioni che possono avere ripercussioni sulle prestazioni del sistema. In fin dei conti, in fatto di sicurezza, è meglio avere una protezione minima che passa inosservata piuttosto che una protezione piena di funzioni extra che l'utente disattiva per riuscire a utilizzare il proprio computer"

Informazioni su Avira

Avira protegge gli utenti in un mondo sempre più interconnesso e digitale, semplificando la loro vita virtuale. Il marchio registrato con la caratteristica icona a forma di ombrello offre soluzioni software volte a migliorare la sicurezza e le prestazioni per Windows, Android, Mac e iOS. Con oltre 30 anni di esperienza, Avira è all'avanguardia nella protezione antivirus. Il portafoglio prodotti dell'azienda è stato premiato più volte per la tecnologia di rilevamento malware, per le sue prestazioni e l'alta fruibilità. Attualmente Avira offre lavoro a oltre 500 dipendenti ed è una società a conduzione familiare con sede a Tettnang, sul Lago di Costanza, con filiali a Monaco di Baviera, Bucarest, Pechino e nella Silicon Valley. Una parte dei ricavati è destinata alla Fondazione Auerbach, che promuove progetti di beneficenza e solidarietà sociale.

 

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.avira.com/it e il blog.

 

Avira sui social network: Facebook, Google+, LinkedIn, Twitter