mercoledì 21 aprile 2010

Aggiornamenti antivirus: fidarsi è bene, ma controllare è meglio

Gli utenti si affidano prevalentemente agli aggiornamenti automatici del software antivirus. Avira consiglia di verificare le informazioni nel sistema, per non correre alcun rischio

Tettnang, 21 aprile 2010 – A dicembre 2009 nel sito www.free-av.com l'esperto di sicurezza Avira ha posto una domanda critica in merito all'aggiornamento del software antivirus, a cui hanno risposto 17.688 utenti. Il sondaggio ha stabilito che la maggior parte degli utenti si affida totalmente alla soluzione di protezione antivirus installata. Molti dichiarano di non averne mai verificato l'effettivo stato di aggiornamento, una piccola parte affida la sicurezza del sistema nelle mani di terzi. Tra gli intervistati ve ne sono alcuni che preferiscono occuparsi degli aggiornamenti in prima persona, senza prendere in considerazione l'esecuzione automatica. Altri utenti lasciano svolgere il lavoro al software antivirus, ma in seguito verificano manualmente.

Le cifre esatte sono le seguenti: il 37% (6.448) dei partecipanti ha dichiarato di affidarsi completamente agli aggiornamenti automatici del proprio programma antivirus. Sono sicuri di avere configurato il software dopo l'installazione in modo tale da non doversi mai più preoccupare dello stato del sistema.
In modo simile si comporta il 17% (3.007) degli internauti: questi utenti utilizzano l'esecuzione automatica degli aggiornamenti, tuttavia, per maggiore sicurezza, al termine controllano sempre che le definizioni dei virus siano state effettivamente aggiornate.
Un ulteriore 20% (3.604) si affida alla soluzione di protezione antivirus in uso, senza effettuare alcun controllo, e afferma di non chiedersi mai se le definizioni dei virus siano aggiornate o meno.

Un'importante percentuale del tutto inaspettata, ossia il 25% (4.384) degli intervistati, preferisce intervenire personalmente e aggiorna le definizioni dei virus esclusivamente a mano. Questo modo di procedere deriva forse dal fatto che in passato i programmi antivirus richiedevano una notevole potenza di calcolo e perciò un aggiornamento poteva ridurre le prestazioni del PC. Il fattore fondamentale per una protezione antivirus efficace è che l'aggiornamento avvenga il più spesso possibile. Per questo motivo, Avira consiglia di attivare l'aggiornamento automatico oppure, quando occorre eseguire un aggiornamento manuale, di richiamare la funzione di aggiornamento del software antivirus più volte al giorno.

Per la gestione del proprio scanner antivirus, soltanto una percentuale esigua, pari a 1,4% (245) degli intervistati, si rivolge a un amico o conoscente che "si intende di PC".

Gli utenti dovrebbero optare per una soluzione di sicurezza che da un lato protegga efficacemente dai virus e dall'altro sia in grado di filtrare i siti web infetti e impedire l'accesso non autorizzato al computer. La protezione base contro virus, worm e trojan per gli utenti privati è offerta gratuitamente da AntiVir Personal – Free Antivirus di Avira.

Grazie alla funzione WebGuard integrata, Avira AntiVir Premium filtra i virus già a partire dal flusso di dati, prima ancora che essi approdino nel browser Web e abbiano l'opportunità di sfruttare eventuali falle nella sicurezza per introdurre un software dannoso. Avira Premium Security Suite è in grado di offrire questa protezione a 360° gradi poiché completa le funzionalità di Avira AntiVir Premium aggiungendovi un firewall, la protezione bambini, la protezione antispam e la funzione di backup. Avira garantisce inoltre che tutti i prodotti sono "Made in Germany" e che non contengono alcun tipo di porte posteriori che consentano lo spionaggio di dati.

Avira survey 2010 automatic updates

Informazioni su Avira

Avira è un produttore leader a livello mondiale di soluzioni di sicurezza IT per l'uso professionale e privato. Con un'esperienza più che ventennale, l'azienda rientra tra i pionieri del settore. In qualità di socio fondatore dell'associazione "IT Security made in Germany" (ITSMIG e.V.), Avira si impegna a offrire esclusivamente prodotti per la sicurezza IT che non lascino spazio allo spionaggio di dati.

Questa azienda tedesca specializzata nella sicurezza IT, ha la sua sede principale a Tettnang am Bodensee e numerose sedi operative in tutto il mondo. Avira si avvale della collaborazione di circa 300 persone e dà un contributo fondamentale alla sicurezza di milioni di utenti privati grazie alla protezione antivirus Avira AntiVir Personal.

Tra i clienti nazionali e internazionali possiamo annoverare rinomate aziende quotate in borsa, ma anche piccole e medie imprese e istituti di formazione, nonché committenti pubblici. Oltre che della protezione dell'ambiente virtuale, Avira si occupa anche di aumentare la sicurezza nel mondo reale sostenendo la Fondazione Auerbach, un'associazione creata dal fondatore dell'azienda che promuove progetti di interesse comune e sociale, nonché l'arte, la cultura e la scienza.

Chi siamo

Avira desidera che i suoi clienti siano immuni da spyware, phishing, virus e altre minacce vaganti su Internet. L’azienda è stata fondata 25 anni fa in seguito alla promessa di Tjark Auerbach: “Creare software da cui i miei amici e la mia famiglia possano trarre beneficio”. Oggigiorno sono più di 100.000.000 gli utenti e piccole aziende che fanno affidamento sull’esperienza di Avira in termini di sicurezza e sul premiato software antivirus, e Avira è diventata la seconda azienda leader nel mercato. Avira fornisce protezione e sicurezza informatica a computer, smartphone, server e network, sia tramite software che con servizi cloud.

Oltre alla protezione dell’universo online, il CdA di Avira promuove il benessere di quello offline, attraverso la Auerbach Foundation, una fondazione che supporta progetti di carattere sociale e filantropico. La filosofia della fondazione è “aiutare le persone ad aiutare se stesse”.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.avira.com oppure unirsi alla community su www.facebook.com/avira.