martedì 13 luglio 2010

La ricerca Avira indica che chi usa il computer lascia spazio ai ricatti

Utenti vulnerabili ai ricatti per l’assenza di un processo di backup, ma molti sono in grado di porre rimedio all’eventuale perdita di dati.

Tettnang, 13 luglio 2010 – Nel corso di un sondaggio condotto lo scorso maggio su www.free-av.com Avira, esperto di sicurezza informatica, ha intervistato 2.917 partecipanti chiedendo loro se sarebbero disposti a pagare il riscatto in caso di perdita o sottrazione dei dati. I risultati mettono in luce il fatto che numerosi utenti si dicono molto preoccupati diventando potenziali vittime di un ricatto. Ma la maggior parte degli intervistati afferma di non preoccuparsi di eventuali estorsioni, per il fatto di eseguire regolarmente un processo di backup dei dati.

Circa il 16% degli utenti (496) ammette di salvare fotografie, dati e file personali sul proprio PC, ma di non eseguire alcuna copia di backup. In caso di “disastro” o di un trojan ricattatore, tutte le informazioni personali, le foto e gli indirizzi sarebbero a rischio. La richiesta di un riscatto e la possibile perdita di file li coglierebbe impreparati e potrebbe causare seri danni. Gli intervistati confessano si dicono pertanto disposti a pagare una somma di denaro notevole per rientrare in possesso dei loro dati. Il sondaggio evidenzia inoltre una cifra allarmante pari all’8% (233) di utenti già vittima di questo tipo di sottrazione di dati che hanno scelto di pagare un riscatto.

Se paghi, sei a rischio

I trojan ricattatori si introducono facilmente nei PC e in altro malware. In caso di attacco e ricatto, Avira raccomanda vivamente di non pagare, in nessun caso. Di solito la vittima viene indirizzata a un sito web dove vengono richieste tutte le informazioni relative alla carta di credito. Il sito viene usato solo per raccogliere dati sulla carta di credito e danneggiare finanziariamente le vittime vendendoli a terzi.

Inoltre, le vittime devono rivolgersi alla polizia, denunciare il ricatto e prendere le precauzioni del caso, come ad esempio eseguire backup a cadenza regolare su un drive esterno e usare una soluzione antivirus completa per individuare ed eliminare i trojan. Avira Premium Security Suite è la soluzione completa, insieme a un sistema di backup integrato.

La maggior parte degli utenti sono al sicuro

Al contrario di chi viene colto impreparato in caso di perdita di dati, un terzo degli intervistati (968) ha molto a cuore i propri file. Sono molto prudenti e salvano i dati a cadenza regolare. Il 25% (739) utilizza il computer solo per navigare su internet e non conservano file importanti sul PC: un eventuale tentativo di ricatto sarebbe assolutamente inefficace. Inoltre, il 18% (518) degli utenti afferma di poter ‘sopravvivere’ a una perdita di dati non salvando dati personali sul proprio PC.

La miglior garanzia contro l’eventuale perdita di dati è una soluzione di sicurezza informatica integrata unita a regolari backup. Avira offre una protezione base gratuita con Avira AntiVir Personal – Free Antivirus. Un pacchetto di protezione più completo è invece Avira AntiVir Premium che utilizza WebGuard e MailGuard per filtrare i malware, prima che raggiungano il browser web e, quindi, il computer. La licenza per un anno ha un costo di $36.99.

Per una protezione completa, la soluzione ideale è Avira Premium Security Suite, poiché integra le funzionalità di Avira AntiVir Premium con un firewall e funzioni di filtro famiglia, antispam e backup. La soluzione è disponibile al costo di$59.99.

Avira survey 2010 Data Loss

Informazioni su Avira

Avira è un produttore leader a livello mondiale di soluzioni di sicurezza IT per l'uso professionale e privato. Con un'esperienza più che ventennale, l'azienda rientra tra i pionieri del settore. In qualità di socio fondatore dell'associazione "IT Security made in Germany" (ITSMIG e.V.), Avira si impegna a offrire esclusivamente prodotti per la sicurezza IT che non lascino spazio allo spionaggio di dati.

Questa azienda tedesca specializzata nella sicurezza IT, ha la sua sede principale a Tettnang am Bodensee e numerose sedi operative in tutto il mondo. Avira si avvale della collaborazione di circa 300 persone e dà un contributo fondamentale alla sicurezza di milioni di utenti privati grazie alla protezione antivirus Avira AntiVir Personal.

Tra i clienti nazionali e internazionali possiamo annoverare rinomate aziende quotate in borsa, ma anche piccole e medie imprese e istituti di formazione, nonché committenti pubblici. Oltre che della protezione dell'ambiente virtuale, Avira si occupa anche di aumentare la sicurezza nel mondo reale sostenendo la Fondazione Auerbach, un'associazione creata dal fondatore dell'azienda che promuove progetti di interesse comune e sociale, nonché l'arte, la cultura e la scienza.

Chi siamo

Avira desidera che i suoi clienti siano immuni da spyware, phishing, virus e altre minacce vaganti su Internet. L’azienda è stata fondata 25 anni fa in seguito alla promessa di Tjark Auerbach: “Creare software da cui i miei amici e la mia famiglia possano trarre beneficio”. Oggigiorno sono più di 100.000.000 gli utenti e piccole aziende che fanno affidamento sull’esperienza di Avira in termini di sicurezza e sul premiato software antivirus, e Avira è diventata la seconda azienda leader nel mercato. Avira fornisce protezione e sicurezza informatica a computer, smartphone, server e network, sia tramite software che con servizi cloud.

Oltre alla protezione dell’universo online, il CdA di Avira promuove il benessere di quello offline, attraverso la Auerbach Foundation, una fondazione che supporta progetti di carattere sociale e filantropico. La filosofia della fondazione è “aiutare le persone ad aiutare se stesse”.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.avira.com oppure unirsi alla community su www.facebook.com/avira.